Castagnole di carnevale senza glutine e lattosio

Castagnole di carnevale senza glutine e lattosio

Mi metterò una maschera da
pagliaccio,
per far credere a tutti che il sole è
di ghiaccio.
Mi metterò una maschera da
imperatore,
avrò un impero per un paio d’ore:
per voler mio dovranno levarsi la
maschera,
quelli che la portano ogni giorno
dell’anno…
E sarà il carnevale più divertente,
veder la faccia vera di tanta gente.
(Gianni Rodari)

Carnevale si avvicina ed è giunto il momento di mettersi ai fornelli per preparare le leccornie tipiche di questa festa!

castagnole

Oggi vi propongo la ricetta delle castagnole, anche chiamate zeppole o tortelli, bocconcini di pasta fritta croccanti fuori e cremosi dentro, che ancora caldi andranno rotolati nello zucchero.

Questo dolce ha origini romagnole ma viene ormai preparato in tutta Italia in moltissime varianti e non manca mai sulle colorate tavole carnevalesche perché sempre gradito da grandi e piccini.

In questa ricetta le castagnole sono in versione senza glutine e senza lattosio, arricchite dalla morbidezza della ricotta stupiranno proprio tutti!

 

castagnole

Ingredienti

  • 240 g di ricotta fresca senza lattosio;
  • 150 g di farina senza glutine;
  • 60 g di zucchero;
  • 1 uovo;
  • 6 g di lievito per dolci istantaneo;
  • scorza di 1 arancia;
  • 2 cucchiai di liquore a piacere; (facoltativo)
  • zucchero semolato per guarnire;

 

Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero; successivamente aggiungere l’uovo, gli aromi e infine lievito e farina precedentemente miscelati; ora dovete creare un impasto ben amalgamato.

Mettete a scaldare in una padella dai bordi alti dell’olio di arachidi e nel frattempo, con le mani ben infarinate, formate delle palline con l’impasto fino ad esaurirlo.

Una volta che l’olio sarà arrivato a temperatura, friggete le castagnole fino a quando non saranno gonfie e dorate e una volta scolate, ancora bollenti, rotolatele nello zucchero semolato.

Le vostre castagnole sono pronte!

Le castagnole possono essere arricchite come preferite, con crema alla nocciola, aggiungendo uvetta o gocce di cioccolato all’impasto o semplicemente utilizzando diversi aromi come vaniglia e cannella.

Preparatene in abbondanza perché… una tira l’altra!

Chiara Giansante



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *