FONIO, IL CEREALE DEL FUTURO

FONIO, IL CEREALE DEL FUTURO

Da qualche tempo in tutti i negozi bio sta spopolando un nuovo alimento, il fonio.

 

Il fonio è il cereale più antico di tutta l’Africa. Originario del Sahel, una regione situata tra il Sahara e la savana e che va dal Senegal al Sudan.

Questo cereale  è privo di glutine ma ricco di proteine e vitamine. Contiene inoltre magnesio, zinco, calcio, manganese e numerosi aminoacidi che mancano in altri cereali.

È semplice da cucinare e molto digeribile per la sua quantità di fibre ed è per questo che viene indicato nell’alimentazione di anziani e bambini. Inoltre possiede un indice glicemico molto basso, che secondo l’organizzazione Salute Diabete lo rende un alimento perfetto per il controllo della glicemia e quindi per la salute delle persone diabetiche.

A diffondere questo cereale prezioso ci sta pensando uno chef senegalese, Pierre Thiam. Thiam, con un ristorante a New York, è al momento uno dei maggiori promotori del fonio e si sta impegnando con conferenze e dibattiti per diffondere le sue conoscenze. Qui sotto un suo intervento:

 

 

MA PERCHÉ IL FONIO DOVREBBE SALVARE L’AFRICA?

E’ fonte di sussistenza per le popolazioni che lo coltivano e in più la sua produzione necessita di poca acqua e non ha bisogno di suoli fertili. Inoltre la sua maturazione avviene molto velocemente, da 6 a 8 settimane.

Fino a qualche tempo fa la produzione del fonio avveniva lentamente  perché si faceva tutto a mano. Da qualche anno però c’è stata un’innovazione nei procedimenti di raccolta poiché è stata introdotta la meccanizzazione.

Il fonio infatti, oltre ad essere cucinato così, viene anche macinato in farina per la preparazione di pane e focacce e può essere utilizzato fermentato per la produzione di birra.

 

La catena americana di supermercati bio Whole Foods, ha  iniziato a importarlo, accrescendo il suo valore e spingendo i contadini a coltivarne di più.

Quindi provate e fateci sapere.

 

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *