Torta Mimosa con crema diplomatica

Torta Mimosa con crema diplomatica

La torta mimosa, simbolo della festa della donna, prende il suo nome proprio dal fiore. I cubetti di pan di Spagna che decorano la torta ricordano, infatti, tanto la mimosa.
Tuttavia, non essendo possibile utilizzare il fiore, poiché velenoso, i pasticceri cercarono di ricrearne aspetto e colore in modo alternativo.
Il dolce deriva dalla Charlotte e si tratta, appunto, di una torta stratificata molto delicata. Viene formata essenzialmente da pan di spagna e farcita con crema, che può essere: pasticciera, chantilly o diplomatica.

Torta Mimosa zoom
Vi sono diverse versioni per quanto riguarda la farcitura della torta mimosa: frutta fresca o sciroppata (per esempio ananas e, quando la stagione è favorevole, le fragole), oppure cioccolato.
Anche il liquore per bagnare il pan di Spagna può variare a seconda dei gusti: kirsch, maraschino, rum, oppure liquore ai fiori d’arancio, che dona alla torta un profumo meraviglioso.

L’idea di dedicare un dolce per la festa della donna nasce negli anni ‘50. L’intenzione era quella di dare un tocco floreale e di colore all’evento che si collocava nei primi giorni di un marzo, allora, piovoso, carico di ricordi di un passato ancora troppo vicino e di tutti i problemi della ricostruzione.
Si scelse, dunque, la mimosa: inizia a fiorire già a gennaio ed è a buon mercato (in quanto fiore “povero” e facile da trovare nelle campagne).
Si parla anche di un cuoco di Rieti che aveva il proprio ristorante nel centro della città laziale, Adelmo Renzi. Quest’ultimo partecipò a un concorso di torte a Sanremo nel 1962 e il suo dolce trionfò: si trattava della mimosa. La torta era stata scelta più per omaggiare la città dei fiori, mentre la ricetta non è mai stata rivelata.

Torta Mimosa con fetta

Personalmente, amo le creme ed amo le torte stratificate. La torta mimosa è semplice, ma sofisticata. Al gusto è equilibrata e delicata, ma può anche essere intensa se si sceglie una bagna alcolica, oppure se si aggiungono fragole o cioccolato. Alla vista è bella e allegra. Direi che è il dolce perfetto per festeggiare le donne.

La ricetta della torta Mimosa che vi propongo è la seguente: pan di Spagna, crema diplomatica e bagna analcolica all’ananas. Nulla vi vieta di aggiungere alla crema 1/2 cucchiai di liquore a scelta e, lo stesso, per la bagna all’ananas.

Ricetta per la torta Mimosa:

1. Per il pan di Spagna (ingredienti per uno stampo da 22 cm)

Vi indico direttamente le dosi per due stampi, perché vi servirà ulteriore pan di Spagna per decorare tutta la torta.
Se non avete due stampi di dimensioni uguali, poco importa, potete prendere uno stampo da 22 cm per la torta ed un altro da 20 cm (o altra dimensione) per la decorazione.

  • 200 g di farina 00
  • 120 g di fecola di patate
  • 12 uova (rigorosamente a temperatura ambiente)
  • 320 g zucchero semolato
  • un pizzico di sale

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180°C in modalità statica.
Montare le uova, zucchero e sale a velocità media per 10/15 minuti. L’impasto dovrà risultare chiaro, spumoso e raddoppiato di volume.
Incorporate con una spatola, poco alla volta, la farina e la fecola, setacciate.
Cuocete in forno per 35 minuti, controllando la cottura con uno stecchino. Trascorso il tempo di cottura, estraete la torta dal forno e fate raffreddare.

2. Per la crema diplomatica (crema pasticciera e panna)

  • 450 ml di latte intero
  • 4 tuorli
  • 40 g di amido di mais
  • 120 g di zucchero semolato
  • semi di un baccello di vaniglia
  • 220 g di panna fresca

Procedimento:

Montate i tuorli con lo zucchero, incorporate poi i semi di un baccello di vaniglia e l’amido. Nel frattempo, in un pentolino, portate ad ebollizione il latte. Successivamente, senza spegnere il fuoco, versatevi il composto di zucchero e tuorli.  Attendete che si formino dei piccoli “vulcani” e solo allora iniziate a mescolare una frusta, finche il composto non si addensi e diventi omogeneo. Versate la crema pasticciera in una bacinella e fatela raffreddare.
Montate la panna e solo quando la crema sarà fredda, incorporatevi delicatamente la panna montata.

Nota:
prima di incorporare la panna alla crema, occorre ri-lavorare la crema con le fruste per “ammorbidirla”!

3. Bagna analcolica all’ananas

  • 100 ml di succo all’ananas
  • 100 ml d’acqua
  • 2 cucchiai di zucchero

Assemblaggio:

Tagliate orizzontalmente il pan di Spagna (2/3 strati), bagnate ogni strato con la bagna all’ananas e farcite ogni strato con la crema. Cospargete tutta la mimosa di crema diplomatica e cubetti di pan di spagna (ricavati dal secondo stampo).

La vostra Mimosa è pronta, conservatela in frigo massimo 2/3 giorni.



1 thought on “Torta Mimosa con crema diplomatica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: