Il Cucchiaio d’Argento

Il Cucchiaio d’Argento

A distanza di 66 anni dalla prima uscita, il cucchiaio d’argento torna in Edicola con la 10 edizione.

il cucchiaio d'argento

Il libro di cucina più famoso, torna in edicola in una versione rinnovata.
Era il 1950 quando “Il Cucchiaio d’Argento” pubblica la prima edizione, successivamente tradotta in 12 lingue. È il 1997 quando la direttrice Clelia D’Onofrio (che troviamo in veste di giudice nel programma di Real Time, Bake Off) pubblica la prima versione italiana.
La nuova versione raccoglie oltre 2.100 ricette, più di 600 inedite, ognuna delle quali è stata completamente revisionata (nelle dosi, nei metodi e tempi di cottura, nella scelta degli ingredienti).
Oltre 1300 pagine divise in 16 capitoli tematici, ordinati secondo l’ordine di portata di un classico menù italiano (a discapito dell’ordine precedente che abbracciava la cultura francese, dedicando l’apertura a salse e burro).
L’incipit è dedicato, quindi, alle preparazioni di base pane, crackers e focacce, seguendo con gli antipasti, i primi piatti asciutti, zuppe e minestre, secondi di uova, carne, pesce, crostacei e molluschi, continuando con pietanze a base di verdure, legumi e formaggi, terminando con dolci e dessert.
Tra le innovazioni delle decima edizione, ci sono due nuovi capitoli, uno dedicato ai piatti unici (oramai sempre più presenti sulle nostre tavole per esigenze di tempo) e quello delle conserve homemade.
Il nuovo Cucchiaio d’Argento è rivolto anche ai lettori meno esperti, al contrario delle prime edizioni che si rivolgevano a utenti già esperti.
A tal proposito, il libro introduce nuove sezioni didattiche: da quella che spiega tecniche, preparazioni e cotture di base, a quella che consiglia quali attrezzature acquistare, fino ai suggerimenti per comporre un menù e le nozioni circa le calorie per ogni ricetta.
Una nuova versione, tutta da scoprire!
-Sara


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: