Terra Madre Salone del Gusto 2016

Terra Madre Salone del Gusto 2016

salone-gusto

Terra Madre Salone del Gusto 2016, che si terrà a Torino dal 22 al 26 Settembre tra le via della città e  Slow Food dedicherà una via, Via Po, al gelato.

Il tema di Terra Madre Salone del Gusto 2016 è Voler bene alla terra. Tutti possiamo dimostrare il nostro amore per la terra quando facciamo la spesa, quando ci trasformiamo da consumatori a co-produttori, quando non ci limitiamo a comprare ciò che mangiamo, ma cerchiamo di guardare a come quel cibo è stato prodotto, alla sua storia e alla sua origine, alle mani, ai volti e al lavoro che gli hanno dato vita.

Slow Food, in collaborazione con Alberto Marchetti, ha deciso di trasformare la centralissima Via Po di Torino nella Via del Gelato. Perché, per il gelato come per tanti altri prodotti,  è importante capire come viene prodotto, quali materie prime devono essere scelte, quali ingredienti deve contenere per essere BUONO, PULTO E GIUSTO. E’ importante assaggiare, sperimentare, imparare.

 

Buono perché sono buone le materie prime, selezionate con cura e attenzione dai migliori produttori.

Pulito perché fatto con ingredienti naturali, pochi, semplici e sempre dichiarati.

Giusto perché nelle scelte e nei metodi di produzione si tiene conto della tutela della biodiversità e delle microimprese, nel rispetto delle persone e della natura.

Questo impegno avvicina Alberto Marchetti al mondo di Slow Food, con cui collabora sin dal 2012, ed in particolare a quello della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, impegnata a salvaguardare i sapori autentici e dimenticati.

Da anni Alberto Marchetti studia e ricerca per portare le piccole storie e i prodotti eccezionali del territorio all’interno delle proprie gelaterie per fare in modo che la gente conosca, apprezzi, assaggi tutto ciò che di buono la natura ci regala e rischia di scomparire. Prodotti buoni, giusti, puliti, che nascono e vengono coltivati e realizzati da persone che hanno una conoscenza antica, una saggezza che il tempo di oggi sembra volere cancellare.

Sono nati da questa collaborazione i gelati creati con i prodotti dei Presìdi Slow Food: la robiola di Roccaverano, la farina bóna, la fragola di Tortona e il Ramassin della Valle Bronda, il cacao Chontalpa…

Alberto Marchetti trasformerà la sua gelateria in un vero e proprio laboratorio, dove saranno organizzati workshop, visite, conferenze e dibattiti, in collaborazione con alcuni nomi illustri della gelateria, i colleghi Andrea Soban (Valenza-Alessandria), Gianfrancesco Cutelli (Pisa e Lucca) e Paolo Brunelli (Agugliano e Senigallia), ma anche personaggi storici del gelato italiano come i gelatieri della Val Voldo. Perché il mondo della gelateria può ancora imparare tanto dalla politica di tutela e salvaguardia di Slow Food e l’impegno di Alberto è proprio quello di raccontare a tutti, colleghi e clienti, il suo percorso e il gelato buono, pulito e giusto.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: