La CleliaB del Vino

cleliab

Prima di iniziare questa nuova avventura per Tentar non Cuoce, per occuparmi della rubrica riguardante il mondo del vino, mi piacerebbe parlavi di me, insomma vorrei presentarmi.

Quando leggo un sito o un blog ho sempre la curiosità di sapere chi c’è dietro, chi ha scritto quell’articolo e vado in cerca di informazioni sul profilo.

Questa volta tocca a me. Chi è CleliaB? Mi piacerebbe raccontarvi come negli anni mi sono appassionata di vino..

Da bambina partecipavo sempre al tradizionale evento della vendemmia in famiglia. I miei nonni avevano una piccola vigna e ogni anno ci riunivamo tutti per raccogliere l’uva e trasformarla in mosto, per poi dare avvio alla sua trasformazione in vino.

Era un momento che aspettavo ogni autunno con piacere, passavamo una splendida giornata in campagna tra le vigne, con le mani appiccicose e zuccherine.

Durante gli anni del liceo sono cresciuta in cantina. La mia compagna di banco aveva (e ha tuttora) un’azienda vinicola, spesso dormivo da lei e se c’era qualcosa da fare davo volentieri una mano.

Quando abbiamo iniziato le superiori l’attività era agli inizi e mi ricordo ancora che una sera dopo cena mi sono messa a preparare una brochure di presentazione della cantina.

Ho partecipato varie volte all’imbottigliamento del vino e anche all’organizzazione dei primissimi eventi “Cantine aperte”.

Dimenticavo, sono cresciuta e sono tornata (dopo anni all’estero) nelle mie amate Marche, in particolare la zona dove abito è una terra a vocazione vinicola, vivo infatti nella valle del Verdicchio, uno dei bianchi più apprezzati e premiati d’Italia.

Durante gli anni dell’Università, nei miei soggiorni in giro per l’Europa ho frequentanto i tre livelli di corsi internazionali da sommelier di WSET, il prestigioso Istituto Wine and Spirits Education Trust di Londra.

Dopo la mia laurea magistrale ho frequentato un Master in Italian Gastronomy and Tourism presso l’Università di Scienze Gastronomiche e uno sul Diritto Alimentare e Legislazione Vitivinicola.

Ho inoltre collaborato alla redazione di un’importante guida di vini e, in qualità di docente, ho tenuto corsi sui vini.

Dopo avervi riassunto in poche righe la mia vita “enologica”, posso ora affermare che nel mio sangue scorre vino??

A presto!

CleliaB

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *